martedì 15 marzo 2011

Con il nastro rosa



No, non stiamo cantando a squarciagola Battisti,
anche se non è una cattiva idea.

Ci sembrava opportuno e simpatico farvi una proposta.
 
Per la festa dell'Unità d'Italia, vi invitiamo ad esporre
il tricolore con un fiocco, nastro, sciarpa, stoffa o simile, 
di colore ROSA, lanciato dal nazionale per il 17 Marzo,
insieme al tricolore. 
 
Confermiamo che istintivamente non siamo in molte a cui è piaciuta l’idea di usare il rosa e siamo consapevoli sia uno stereotipo e un colore tendenzialmente “escludente” per gli uomini. Ma a parte la considerazione pragmatica che gli altri colori sono già stati tutti “usati” e che comunque il rosa è il colore che hanno scelto dal nazionale, abbiamo considerato che per definizione si espone un SIMBOLO e ogni simbolo si basa inevitabilmente su uno stereotipo. Non serve a nulla disapprovare la simbologia, è un dato di fatto che un simbolo sia percepito oppure no. E i simboli tendono a essere una delle cose più persistenti attraverso le epoche. Inoltre si può più facilmente cercare di dare un nuovo significato a un simbolo preesistente, mentre è molto difficile lungo e complesso provare a farne affermare uno nuovo... Quindi, dato che non abbiamo anni a disposizione e che, piaccia o meno, uno dei più noti stereotipi attualmente legati al concetto di femminile è il colore rosa, siamo molto inclini a rassegnarci all’uso del rosa ogniqualvolta ci serva  un simbolo immediatamente percepibile. Al limite si potrebbe tentare di dargli nuove valenze e significati. In attesa dell’eventuale affermarsi di altri simboli collettivi del femminino… 
 
(Abbiamo fatto nostro il concetto di una persona del comitato) 

mercoledì 9 marzo 2011

VERONA ILLUMINATA - 8 marzo 2011

Incredibile!
Allora c'è più di una speranza.
Anche Verona può diventare "illuminata".
Nonostante il freddo pungente, più di 300 persone,
perchè 300 erano le candele che il Comitato ha acquistato
ma ogni persona era attrezzata personalmente di luci,
lumini, candele, torce, lanterne,  si sono raccolte per ridare un senso vero
alla GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA.

Per riprenderci il significato, per parlare di diritti delle donne,
di congedi parentali e di dimissioni in bianco.

Abbiamo cantato in coro l'inno d'Italia in versione femminile.

Abbiamo ascoltato Grazia de Marchi
che generosamente si è prestata a cantare per noi.

Laura e Sara ci hanno letto i loro elenchi
in stile "Saviano - Fazio" del perchè vorrebbero andare via
e del perchè invece restano.

Altre donne sono intervenute,
hanno detto la loro, hanno letto la loro indignazione.
abbiamo letto cartelli fatti dalle donne presenti
e dato alcuni numeri sconcertanti sulla situazione
della donna in Italia e nelle istituzioni.

Ci hanno chiesto chi devono ringraziare per questo momento.
Rispondiamo: Tutte le donne e gli uomini
che ci hanno messo la faccia, tempo e denaro
per una così bella realizzazione dell'evento.
Ci sono sempre cose da migliorare,
ma si impara con il tempo e con lo studio.

Siamo convinte del buon inizio del risveglio veronese.
Grazie a TUTTE e a TUTTI.
Restiamo in contatto.


Da adesso in poi allungheremo questa lista
dei fotografi che si sono dedicati alla nostra causa
L.Sebastio
G.Beltrame
A.Salardi

sabato 5 marzo 2011

Il video del nostro SE NON ORA QUANDO A VERONA


video

Siamo entusiaste
di aver raggiunto un obiettivo.
Carmen Consoli e Mauro Lusini
i compositori della canzone usata di sottofondo al video
ci autorizzano la pubblicazione della loro canzone.
Tutto è stato fatto alla luce del sole
con autorizzazione scritta e prima della pubblicazione!
Se si vuole, si può!

Un grazie infinite alla loro disponibilità.


Sarà una giornata della donna speciale anche grazie a loro.

venerdì 4 marzo 2011

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

OTTO MARZO 1911 - 2011

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA
 
Se non ora quando? ORA!!!
Vivace incursione delle donne a Verona.
Ci ritroviamo in Piazza Brà alle ore 19.00
Ti aspettiamo.
 
PS: porta con te una lanterna oppure una candela
oppure una luce o simili.


--
Il Comitato 13 Febbraio

mercoledì 2 marzo 2011

8 Marzo, ci mobilitiamo anche noi di Verona


Il Nazionale SENONORAQUANDO ha lanciato
le linee guida per una nuova uscita pubblica
delle DONNE INDIGNATE.
Intanto ci viene chiesto di organizzare un evento l'8 marzo
con lo stesso vademecum circa della volta scorsa
http://senonoraquando13febbraio2011.wordpress.com/
Nessuno ci vieta tutte quante di ritrovarci
sul LISTON verso sera per poi spostarci
sull'Arena o a Castelvecchio
a seconda delle disponibilità che stiamo chiedendo.
Vi aggiorneremo in tempo reale, state collegate!

Tra le tante idee pervenute pensavamo fosse interessante
illuminare le strade con la nostra presenza.
Chiederemo a tutte di portare una candela per sè e se ne ha
una in più per un'altra donna.

Le richieste sui temi da sviluppare da parte del nazionale sono tre,
ma vista l'occasione pensavamo che per noi ne bastava uno
ossia il LAVORO (dato che conosciamo tutte il perchè dell'8 marzo)
ma ricordarlo non fa mai male,
quindi chiederemo alle donne collegate con noi
che siano messaggi apartitici e che parlino del tema
del lavoro della donna.

Faremo un evento o un flash mob (che sempre di evento si tratta)
dove avremo la possibilità di sistemarci.

Le donne di Verona si mobilitano ancora.
Manca una settimana e noi unite, ce la faremo.
Stay Tuned! (State sintonizzate/i)